Collane / Impronte

Impronte: il nome stesso della collana rievoca indagini, delitti, detective e assassini. Nella collana, curata da Tecla Dozio della Libreria del Giallo di Milano, ospitiamo autori italiani già noti al pubblico e autori esordienti. Anche i generi spaziano dal giallo classico al noir, dalla spy-story ai romanzi di ambientazione storica. L’immagine della collana ha come punto di forza un’ambientazione rigorosamente locale: la città o la regione dove si svolgono indagini e omicidi è anch’essa protagonista della storia.

tornaghi_fronte_ok

Il debito dell’ingegnere

Eugenio Tornaghi

Con i debiti non si vive bene. Con nessun tipo di debito. Lo sa bene l’ingegner Cavenago.
Estate 1994 – Antonio Cavenago, appena laureato, deve assolvere il servizio di leva obbligatorio presso la caserma Berghinz. Il giorno prima del suo arrivo Giorgio, un giovane soldato, si è suicidato. Dicembre 2005 – Durante un incontro casuale.
Leggi tutto


sentieri_invisibili_cover_EXE

Sentieri invisibili

Giuseppe Battarino

Sergio Petrelli è un pubblico ministero immerso nell’atmosfera antieroica del palazzo di giustizia di una città di provincia del Nord. L’omicidio-suicidio di una coppia, solo apparentemente chiaro nei motivi, e il ritrovamento del cadavere di un “uomo senza qualità” che nessuno avrebbe dovuto volere morto, lo inducono a cercare un nesso tra quelle vicende.
Leggi tutto


mazzotta_suicidi

La stagione dei suicidi

Ugo Mazzotta

Il suicidio di una donna senza nome e il disegno che il “matto del villaggio” tratteggia su una panca del commissariato sono i due elementi dai quali prende il via l’ennesima indagine del commissario Prisco. Un commissario Prisco insolitamente inquieto, che non trova pace nemmeno nelle sue passeggiate sugli Appennini abruzzesi. Con molti dubbi.
Leggi tutto


corpo_mondo

Il corpo del mondo

Massimo Marcotullio

Prendete un fiume, il Po, mettete sulle sue rive qualche discarica, aggiungete due ragazze che se la sono vista brutta, una parte di rifiuti tossici, qualche stronzo psicopatico, un paio di guerriglieri senza causa, un po’ di mafia russa, qualche spruzzo di blues, uno schizzo di nitroglicerina, una storia d’amore e versate tutto.
Leggi tutto


avvocato_diavolo

L’avvocato del diavolo

Ugo Mazzotta

Un morto così al commissario Prisco non era mai capitato di trovarlo. Un avvocato, ucciso con due colpi di pistola alla testa, nel gabinetto di una stazione di servizio sperduta in una desolata strada di montagna. Chi è stato a riservare all’uomo una fine così poco dignitosa, e perché?
Leggi tutto


foschi

Libertà di paura

Franco Foschi

Bologna 1998. Uno scalcinato detective – Don Chisciotte moderno – viene assunto per la classica indagine su marito fedifrago. Il pedinato muore, ucciso naturalmente, per una banale aggressione a scopo di rapina. La verità però è ben diversa e il nostro improbabile detective, aiutato da una madre piena di buon senso, da uno stropicciato redattore di una radio privata e da una vistosa bionda, scoprirà il marcio che la città nasconde.
Leggi tutto


spiegazione_logica

Una spiegazione logica

Eugenio Tornaghi

Stanley Milgram nel 1967 dimostra la teoria dei sei gradi di separazione, secondo la quale sono al massimo sei le persone che ti separano da ogni altra persona al mondo. Un perverso e divertente gioco di coincidenze annulla questa distanza.
Leggi tutto


notte_ragione

La notte ha sempre ragione

Andrea Villani

Ma come? Non sapete la tragica novità? Hanno ammazzato miss Italia.” È un settembre afoso quello che fa da sfondo al ritrovamento del cadavere di Stefania Roveri, la miss Italia in carica. Proprio a Salsomaggiore, proprio durante le finali del concorso. E così la vita quotidiana della piccola cittadina emiliana viene sconvolta.
Leggi tutto


vivaldi

Vivaldi: notte e follia del Prete Rosso

Tito Giliberto

Rifugiato in Svizzera, per timore delle conseguenze legate alle sue scoperte sul presunto assassinio di Mozart, Alessio Rossato trova un documento che potrebbe risolvere l’enigma della morte di Antonio Vivaldi, da sempre avvolta nel mistero. L’autore de Le Quattro Stagioni finì i suoi giorni, lontano dal’Italia, solo e povero nel 1741. Perché aveva lasciato Venezia dopo 40 anni di trionfi?
Leggi tutto


mitra_contrabbasso

Il mio mitra è il contrabbasso

Fabrizio Canciani

Estate 2007 – Bruno Kernel sta decidendo se abbandonare la professione d’investigatore quando due sconosciuti francesi piombano in casa sua chiedendo notizie di Giò, un vecchio amico del quale non ha notizie da anni.
Estate 1977 – Bruno Kernel, insieme all’amico Vladi, gira l’Italia in autostop alla ricerca di Giordano, bassista del loro gruppo musicale Assistenza Pneumatici.
Leggi tutto