Condividi suShare on FacebookTweet about this on Twitter

Canciani su www.bielle.org

Isabella Maria Zoppi ha scritto una bellissima recensione del romanzo di Canciani Acqua che porta via:

“La scrittura di Fabrizio Canciani matura come il vino. La trama è intessuta di contrappunti, aperture, rimandi. Ogni scena nasconde micro-intrecci, e mette voglia di inseguirli e svilupparne le tracce in altri cento scenari che chissà a quale altrove porterebbero, rivoli d’acqua malandrina, come le disquisizioni filosofiche nel retrobottega di un liutaio, o la comparsa di un compìto alabardiere negli uffici del comando dei vigili, o la ribellione silenziosa di una commessa di libreria contro l’incultura, o come le passeggiate con il poeta locale che racconta ogni foglia e ogni famiglia mentre ridisegna il paesaggio. Che il lettore vada via veloce verso la soluzione dell’enigma, o che si fermi a rileggere e assaporare una frase, un passaggio, si resta spesso con l’incompiuto in bocca, il pensiero bloccato a mezz’aria per non aver potuto svoltare verso questa o quella porta che ci è stata mostrata socchiusa. Con la voglia di averne ancora, la curiosità di saperne di più. ”

Per leggere la recensione completa (e credetemi, ne vale la pena) ecco il link:

http://www.bielle.org/2013/LibriFilm/AcquaChePortaVia_libro.htm